JAZZIAMO Jazz in Azzano

Il jazz è una musica vecchia. Lo dicono in molti, forse in troppi. E allora cosa fare per dimostrare che così non è? Per far sapere che ci sono tanti ragazzi che non hanno ancora TRENT’ANNI che il jazz lo studiano, lo suonano, lo condividono e lo vivono con passione e impegno; e soprattutto con Amore?

L’idea e l’evento

Noi di ALMAprogetto, prossimi a compiere il nostro primo anno come associazione costituita, ci stiamo muovendo in questa direzione dallo spettacolo “Suona quello che non c’è”, con il quale
abbiamo raccolto testimonianze, aneddoti e sensazioni su come il jazz viene percepito ai giorni
nostri, cercando di sfatarne anche alcuni stereotipi. Il passo successivo è stato questo: organizzare un mini-­festival, un’occasione per i giovani musicisti jazz delle scena bergamasca per incontrarsi e condividere jazz tra di loro e con il pubblico.

Marco Scotti (sassofonista e socio fondatore di ALMAprogetto) ha proposto questa idea all’Assessorato alla cultura e dalla Biblioteca del Comune di Azzano San Paolo, che l’ha accolta con
entusiasmo. Sabato 10 settembre 2016 quindi, presso l’anfiteatro del Parco della Pace in Azzano S.Paolo si terranno quindi i quattro concerti di altrettante formazioni che suoneranno JAZZ
spaziando dal jazz rock al progressive jazz, volando sopra il popjazz per poi planare verso il
blues jazz: 16 musicisti dai 18 ai 29 anni per 4 ore di musica.

Ecco le formazioni che si esibiranno:
h. 18 Spectrum Project ­con Matteo Bianchetti (batteria), Davide Capoferri(chitarra)
Matteo Belotti (basso) + special guests Carlo Barcella(chitarra) e Nicholas Lecchi
(sax). h. 19 Carmina Trio ­con Thomas Pagani (chitarra), Simone Pagani(basso), Gionata
Giardina (batteria) + special guest Alice Lou Guarente(voce)
h. 20 Naked Feet ­ con Stefano Mologni (voce, piano), Maria Pasinetti(chitarra)
h. 21 CMC TRIO ­con Cristian Carissimi (tastiere), Alessandro Marzetti(tromba,
flicorno), Michele Consonni (batteria) +special guest Marco Gotti (sax tenore)
h. 22 Special Jam con tutti i partecipanti.
Organizza il Comune di Azzano San Paolo

da un’idea di ALMAprogetto

con le partnerships di CDpM Europe Bergamo, Ghisleri Antica Casa Musicale S.r.l e Suono
1981 Zanica.

Sul posto ci sarà un punto ristoro a cura del bar Fit&Food di Azzano San Paolo.

articolo-corriere-8-9-2016

R. Scardi, Corriere della Sera Bergamo, 08.09.2016

Le formazioni (nel dettaglio)

Nella scelta dei gruppi si è privilegiata la presenza di formazioni già attive e costituite, dando però anche la possibilità a dei musicisti esterni di unirsi a loro, nella forma di “special guest”. Tromba, sax, chitarra, piano, organo, basso, batteria e voce saranno quindi gli strumenti che questi ragazzi utilizzeranno per intrattenere il pubblico e donare un po’ della loro profonda passione.
Si partirà alle 18.00 con Spectrum Project (Matteo Bianchetti alla batteria, Davide Capoferri alla chitarra, Matteo Belotti al basso): un trio cosiddetto “powerful”, dalla ritmica marcata e a cavallo tra jazz e funk. Per l’occasione, a loro si uniranno il vulcanico chitarrista Carlogiuseppe Barcella e il talentuoso sassofonista neo­maggiorenne Nicholas Lecchi.
Alle 19.00 i Carmina Trio (Thomas Pagani alla chitarra, Simone Pagani al basso, Gionata Giardina alla batteria), tre musicisti, accomunati non solo dalla passione per i Beatles (suonano infatti insieme nel gruppo orobico REVOLVER ­ The Beatles Tribute Band) ma anche per la reinterpretazione degli standards jazz. Come special guest la cantante e attrice Alice Guarente, già con loro per il nostro spettacolo jazz “Suona quello che non c’è”.
Alle 20.00 sarà la volta dei Naked Feet (con Stefano Damaro alla voce e al piano e Maria Pasinetti alla chitarra), che porteranno il loro jazz dalle venature blues e soul.
Per concludere alle 21.00 con i CMC TRIO (Cristian Carissimi alle tastiere, AlessandroMarzetti alla tromba e flicorno, Michele Consonni alla batteria) che si muoveranno tra funk, jazz e worldmusic, e che arrivano a Jazziamo ­Jazz in Azzano dopo aver concluso di recente le registrazioni del loro primo EP “Canovacci”: con loro come special guest il giovane e dotato sassofonista Marco Gotti al sax tenore.
La serata si concluderà alle 22.30, dopo una jam session finale, che vedrà sul palco tutti i partecipanti, per un momento di festa collettiva e celebrazione dell’amore per il jazz.

I partners (nel dettaglio)

Jazziamo ­Jazz in Azzano è un evento quasi “sperimentale”, come non ne esistono altri in Italia, ed ha già raccolto importanti adesioni: il patrocinio (e il supporto organizzativo) del CDpM Europe Bergamo (fucina di molti di questi giovani talenti) e del suo direttore Claudio Angeleri. Le partnerships di Ghisleri Antica Casa Musicale S.r.l, luogo storico per tutti i musicisti bergamaschi, che fornirà parte della strumentazione musicale, e di Suono 1981 di Zanica, giovani professionisti nell’ambito della musica e dello spettacolo, che si occuperanno del service audio/luci