ALMAprogetto goes… JAZZIT!

Ebbene sì, quest’anno ci siamo anche noi!

Navigando online qualche mese fa abbiamo scoperto l’esistenza di questo fantastico… mah, come potremmo chiamarlo? Festival? Evento? Kermesse?… insomma l’esistenza di JAZZIT FEST. Un evento unico, totalmente open source e sostenibile, “un momento di aggregazione e di ‘io collettivo’, necessario per superare la frammentazione della comunità jazzistica nazionale, che spesso non riesce a comunicare e fare rete, così da guardare al futuro con rinnovata fiducia e curiosità”, come nelle parole del suo creatore, Luciano Vanni.

Inutile dire che ce ne siamo subito innamorati: l’idea di condividere una tre giorni di full-immersion nel jazz, insieme ad altri musicisti e appassionati, e di condividere i propri progetti, le proprie idee oltre che la propria musica, non avrebbe potuto essere più nelle nostre corde!

Così abbiamo elaborato un progetto di residenza che dice più o meno così

vogliamo raccontare condividendo, in forma non solo musicale ma anche

teatrale, ciò che ci ha avvicinati a questa musica speciale. In occasione del Jazzit fest vorremmo proporre la

realizzazione di un audiolibro ispirato all’evento: i testi, letti e interpretati dall’attrice del gruppo (Alice Guarente)

saranno tratti da testimonianze che raccoglieremo dai numerosi musicisti e appassionati presenti, mentre le

musiche saranno frutto di sessioni “aperte” che proporremo (o che scoveremo in giro nella festa) nell’arco dei tre

giorni. L’audiolibro completo verrà poi donato a Jazzit Fest, come testimonianza dell’edizione 2016 della Festa e

del potere creativo del Jazz.

Questo in teoria, perchè in pratica, leggendo i progetti di residenza degli altri che saranno presenti alla Festa, continuano a venirci in mente possibilità, collaborazioni, idee, al punto che dovremmo avere almeno il doppio del tempo per fare la metà delle cose che ci piacerebbe fare! (frase che suona un po’ come lo scioglilingua di Bilbo Baggins, e per questo ci piace!)

Ma soprattutto, abbiamo voglia di incontrare gli altri, di sentire le loro storie e scoprire la loro musica. A dire il vero non sappiamo bene cosa aspettarci (siamo un po’ dei novellini in confronto ad altri musicisti e artisti che condivideranno la residenza con noi) ma ci prepariamo come sempre a tutto; a divertirci, a metterci in discussione, a ridere, ad ascoltare, a parlare, ad emozionarci.

A metterci l’anima, insomma. E su questo, un po’ di esperienza ce l’abbiamo.

Per saperne di più potete guardare questo video, che abbiamo realizzato in maniera sperimentale- reinterpretando alcune delle “motivazioni partecipate” degli altri musicisti, e che abbiamo girato nella suggestiva location del CDpM Bergamo, un luogo sempre aperto all’arte e alle contaminazioni artistiche.

Nel caso non si fosse capito, siamo veramente felici di questa esperienza che ci aspetta, e partiremo con gioia alla volta di Cumiana (TO), il 24-25-26 giugno! (Per ogni informazione sulla Festa http://www.jazzitfest.it )

eccomi jazzit 2-001

Thomas Pagani, Simone Pagani, Alice Guarente e Marco Scotti in posa per il loro #eccomi_jazzit